Home
REGOLAMENTO XV EDIZIONE C'ERA UNA SVOLTA - 2011/12 PDF Stampa E-mail
Scritto da Elisabetta   
Lunedì 19 Settembre 2011 10:10

PREMIO  LETTERARIO  “C’ERA UNA SVOLTA”

inserito nel piano nazionale per l’individuazione delle eccellenze

 

 

Il Liceo Statale Giordano Bruno di Albenga indice la 15^ edizione del Premio Letterario Nazionale “C’era una svolta”, riservato agli studenti regolarmente iscritti presso le Scuole Secondarie di secondo grado statali e paritarie italiane e presso le equivalenti scuole superiori europee.  

Il premio si propone di valorizzare e promuovere le capacità creative legate all’espressione scritta, offrendo l’opportunità di entrare in contatto diretto con uno scrittore italiano.  Ad un autore viene, infatti, richiesta la stesura dell’incipit di un racconto, che sarà poi continuato dai partecipanti in una prova già stabilita per il pomeriggio del 10 novembre a partire dalle ore14,30; l’attuale edizione vede come Autrice dell’incipit  la scrittrice Michela Murgia.

L’incipit inedito è custodito presso la presidenza del Liceo sino al giorno della prova. La prova si effettuerà contemporaneamente nel giorno 10 novembre 2011, nelle stesse ore, presso tutte le scuole partecipanti. Il tempo a disposizione per la stesura del racconto è di quattro ore dal termine della distribuzione del materiale. Solo ed esclusivamente all’inizio della prova sarà fornita agli alunni la fotocopia dell’incipit, di cui  il nostro istituto  invierà una copia tramite fax o mail, poco prima dell’inizio della prova. Il racconto dovrà essere scritto esculsivamente su protocolli con margine del formato uso bollo su cui non dovrà essere apposto nessun timbro, né  sigla. Ogni alunno sceglierà per sé uno pseudonimo accompagnato da un numero di 4 cifre, che dovrà essere riportato sulla busta grande, sulla piccola, sul foglietto interno e sui protocolli consegnati. Al termine i fogli saranno chiusi in una busta bianca formato  A4, al cui interno dovrà trovarsi una busta piccola, che conserverà chiusi all’interno i dati anagrafici. (nome, cognome, classe, sezione, scuola più lo pseudonimo) (es.  Anna Rossi Classe IV C Liceo Scientifico,  Liceo Bruno, Arlecchino, 1234 ).  I racconti, quindi non dovranno riportare né nome, né cognome, né classe, né scuola, né altro segno di riconoscimento, ad eccezione dello pseudonimo pena l’esclusione dal concorso. Alla fine della stesura, nella busta grande, gli allievi inseriranno il racconto allegandovi la busta piccola chiusa con dentro il foglietto, dove avranno precedentemente indicato i loro dati. Il racconto scritto dall’alunno non dovrà superare la lunghezza di 5 facciate di foglio protocollo (max 6 secondo la grandezza della calligrafia). Non saranno ammessi racconti con correzioni a matita o con il bianchetto o effettuate, anche a penna, con un’ altra calligrafia.

 Qualsiasi infrazione alle regole sopra indicate, comporta l’esclusione dal premio.

   Al termine della prova i docenti raccoglieranno i racconti e li chiuderanno in un plico, che dovrà essere inviato alla nostra scuola tramite posta prioritaria entro e non oltre il mattino seguente; farà fede la data del timbro postale. I racconti che non saranno spediti entro la data indicata saranno esclusi.

Non appena pervenuti tutti i racconti dalle diverse scuole, i docenti della giuria interna li uniranno  a quelli del Liceo Bruno, in modo che non si possa distinguere la loro provenienza, ogni racconto sarà poi numerato e così individuato anche da un  diverso numero d’ordine, oltre che dallo pseudonimo. A questo punto, la giuria interna, composta da docenti ed ex docenti del liceo Bruno, si riunirà, anche divisa in sottogruppi,  per la lettura e la selezione dei racconti. Al termine di questa fase sarà inviato a tutte le scuole partecipanti l’elenco degli pseudonimi dei racconti finalisti.

 I racconti selezionati saranno poi giudicati da una seconda giuria, composta da ex docenti ed ex allievi del Liceo Bruno., presieduta dal Prof. Alberto Beniscelli, docente di Letteratura Italiana presso l’Università degli Studi di Genova – il cui compito è quello di scegliere i cinque racconti finalisti da inviare all’Autrice.

Al termine di questa fase potranno essere aperte le buste e l’elenco dei nomi dei finalisti con le relative classi sarà inviato alle scuole interessate: bisognerà, quindi attendere questa conferma per avere la certezza dell’identità dei finalisti, onde evitare casi di omonimia negli pseudonimi.

Le deliberazioni della commissione giudicatrice, in ogni fase, sono insindacabili ed inappellabili. Per quanto non esplicitato, valgono le norme dei pubblici concorsi.

 

I cinque racconti saranno inviati all’Autrice che sceglierà il vincitore e formulerà la classifica.

 

Michela Murgia premierà gli alunni in una cerimonia che avverrà ad Albenga, nella giornata di sabato 24 marzo 2012, alla presenza di tutti gli studenti finalisti, dei docenti e delle autorità locali.

 

OSPITALITA’ OFFERTA AI FINALISTI:

-          1 solo docente accompagnatore per ciascun istituto finalista: presso strutture alberghiere;

-          gli alunni finalisti: presso famiglie di studenti del nostro Liceo.

Sono a carico dei partecipanti le spese di viaggio.

 Agli studenti e ai docenti finalisti, tramite la scuola di provenienza, saranno date, in tempo utile, tutte le informazioni relative alla loro permanenza.

 

Per il secondo anno, in considerazione del grosso sforzo organizzativo e soprattutto finanziario, cui il nostro Liceo deve, necessariamente, far fronte e, tenendo conto del sempre più esiguo budget a disposizione delle scuole statali, è previsto il contributo di 3 euro per ogni studente iscritto al concorso. Le scuole dovranno spedire, unitamente alla lettera di trasmissione e iscrizione, copia dell’avvenuto versamento (corrispondente a 3 euro per ogni alunno) sul conto corrente bancario:

 

IT50O0617549250000001858990

(si segnala che il 5^ carattere dell’IBAN è la lettera O)

 

 

Sono ammessi al concorso tutti gli iscritti alla scuola secondaria superiore.  I loro nomi dovranno pervenire al Liceo “G. Bruno” tramite la segreteria della scuola di appartenenza, entro e non oltre il 29 OTTOBRE 2011.

L’ elenco dovrà essere inviato  preferibilmente via mail o, in alternativa, via fax.

 

 

Si specifica il materiale necessario per ogni alunno:

 2 (almeno) fogli protocollo formato uso bollo non timbrati, non siglati;

 1 busta bianca formato A4;

 1 busta piccola + 1 foglietto;

 

 

Liceo statale “G. Bruno”, viale Pontelungo,  83 – 17031-  Albenga (SV)

tel.: 0182 555601 - fax:  0182 544403

mail : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.