Home
Benvenuto in Joomla
ECCO L'INCIPIT DI MARCO BALZANO PDF Stampa E-mail
Scritto da Elisabetta   
Martedì 13 Novembre 2018 09:43

Quando è squillato il telefono ero a casa a tradurre. Fuori il sole abbrustoliva la città deserta. Il silenzio delle vie lo faceva rimbalzare più forte contro i muri, l’asfalto, i cartelli stradali. Mi sono affacciato alla finestra a fumare e il fiato si è accorciato ancora di più. Ho guardato per tutto il tempo la saracinesca del bar di Sergio. La sera prima l'aveva abbassata fino a farla sbattere sul marciapiede, facendo sfollare dai tavoli di plastica gli ultimi ubriachi, me compreso che senza accorgermene mi ero scolato cinque Campari. Poi aveva tirato un sospiro di sollievo e attaccato con soddisfazione un foglio: “ci vediamo a settembre”. Gli ho fatto notare che è la frase che dicono i professori agli alunni rimandati e allora lui ha prima sorriso e poi sbadigliato. Anche quel 27 luglio ho allungato il ritorno a casa. Al posto che i soliti trenta passi ho girato attorno alla Villa. Ormai è qualche anno che il parco della Villa la notte resta chiuso. Verso le dieci e mezza il comune spedisce una coppia di vigili in bicicletta, che con le chiavi in mano minacciano i barboni di chiuderli dentro. I barboni non si scompongono. Li guardano dall’alto della loro barba zozza e dei loro due litri di vino in cartone, scuotono la testa e poi si girano di lato. Ho fatto il giro largo, come quando avevo Teddi, un collie che è morto mangiando il veleno dei topi. Io e Teddi giravamo dentro la Villa, la sera tardi e il mattino presto. Lui si faceva una corsa, pisciava sotto qualche quercia maestosa e ce ne tornavamo a casa. Se lo stesso giro lo facevo di giorno i bambini non lo lasciavano in pace un momento. Dopo di lui ho preso un coniglio, Catullo, ma non è la stessa cosa. Dopo non è mai la stessa cosa. Siccome tutti i cancelli erano chiusi ho girato tre o quattro volte intorno alla Villa come un metronotte. Man mano che smaltivo la sbronza sentivo più freddo sulle spalle. A un certo punto nel cielo si è aperta una feritoia di luce arancione, che in fretta è diventata rosa. Allora mi sono avviato verso via Osculati, dove abito. Una casa di ringhiera che affaccia su un'altra casa di ringhiera. A sinistra si vede il parco, sotto il bar di Sergio. È un orizzonte un po' angusto ma ci ho fatto il callo.

Mi sono messo a tradurre con il mal di testa. Mi sembrava il modo migliore per reagire allo strazio che è diventato il mio lavoro. Prima traducevo i romanzi di Nick Job, alcuni classici americani e negli ultimi anni anche qualche spagnolo in odore di Nobel. Avevo a che fare con le metafore. Stavo ore a rigirare un periodo come fosse un calzino. Mani sulle tempie a scegliere un sinonimo. Ora invece “i tempi sono cambiati”, dicono in casa editrice.

Devo essermi appisolato sulla scrivania. Verso le dieci mi sono stropicciato gli occhi e ho ripreso seduta stante a lavorare. Poi mi sono preparato un caffè. Avrò tradotto un'altra decina di pagine, non di più. Stavo traducendo un libro di dessert di una scrittrice del Thennesy, un'autrice di romanzi rosa che per giustificare la sua progressiva somiglianza a un cetaceo del Pacifico e il prosciugamento della sua vena creativa si era data a raccogliere ricette di dessert e a corredarle di brani tratti dai suoi romanzi. Un caso esasperato di egocentrismo e glicemia. Nei momenti di stallo tornavo a guardare la sua foto in copertina, che la nuova stampante mi aveva sputato sul vassoio a una velocità pericolosa. Sorrideva giuliva all'obiettivo, addosso un vestito nero aderente con allacciato in vita un grembiule coi ricami. Cucchiaio di legno da una parte, libro dall'altra. Un'ostentazione sfacciata del difetto nella speranza paradossale di negarlo. Per ripicca verso il mio editore ho dichiarato un uovo di meno alla Puddle cake. Mi sono bevuto un secondo caffè in una tazza da latte, l'unica pulita. Il lavello e il secchio della biancheria da lavare, verso la fine del mese, tracimano sempre. Poi l'1 arriva Maria, una filippina alta un metro e mezzo che riordina e deterge fino alla morte dell'ultimo acaro. Quando torno a casa il primo del mese resto sempre imbarazzato sulla soglia e alla fine me ne vado da Sergio a mangiare un panino perché mi sembra irrispettoso sporcare. Conseguenze di un padre sindacalista.

Dopo il caffè mi sono riaddormentato sul divano. Non mi sono nemmeno tolto le scarpe. Il silenzio assordante che arrivava da fuori per un attimo mi ha spaventato. Mi sono risvegliato a ora di pranzo, ma in nome dell'incontro col dietologo che avevo nel pomeriggio non ho toccato cibo. Ho continuato a lavorare col computer sulle ginocchia, anche se poi sotto ho dovuto mettere un cuscino perché mi scottava le gambe.  Avrò tradotto altre cinque o sei ricette, poi all’improvviso mi è tornato in mente quell'idiota del mio editore e ho sbattuto lo schermo sulla tastiera, deciso a farmi una doccia gelata. Proprio mentre l'ho sbattuto è squillato il telefono.

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Novembre 2018 09:44
 
22^ EDIZIONE CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE "C'ERA UNA SVOLTA" PDF Stampa E-mail
Scritto da Elisabetta   
Lunedì 01 Ottobre 2018 16:24

22^ EDIZIONE

E' INSERITO NEL PROGRAMMA ANNUALE DI PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE

AUTORE PER L'A.S. 2018/19: MARCO BALZANO - FINALISTI AL PREMIO STREGA 2018 CON IL RACCONTO "RESTO QUI" - EINAUDI

1^ PREMIO : 500 EURO

2^ PREMIO: 400 EURO

3^ PREMIO: 300 EURO

4^ PREMIO: 200 EURO

5^ PREMIO: 100 EURO

Saranno inoltre distribuiti a tutti i finalisti altri premi in denaro e in prodotti offerti dagli sponsor

 
BANDO E REGOLAMENTO 22^ EDIZIONE DEL C'ERA UNA SVOLTA PDF Stampa E-mail
Scritto da Elisabetta   
Lunedì 01 Ottobre 2018 16:18

Il Liceo Giordano Bruno di Albenga indice la 22^ edizione del Premio Letterario Nazionale "C'era una svolta", riservato agli studenti regolarmente iscritti presso le Scuole Secondarie di II grado statali e paritarie italiane e presso le equivalenti scuole superiori europee.

I NOMI DEGLI ALUNNI ISCRITTI DOVRANNO PERVENIRE AL LICEO BRUNO TRAMITE LA SEGRETERIA DELLA SCUOLA DI APPARTENENZA, ENTRO E NON OLTRE IL 6 NOVEMBRE 2018. L'ELENCO (NOME, COGNOME E CLASSE DI APPARTENENZA) DOVRA' ESSERE INVIATO SU CARTA INTESTATA DELLA SCUOLA, VIA MAIL.

Ad un autore viene richiesta la stesura dell'incipit di un racconto, che sarà poi continuato dai partecipanti in una prova già stabilita per il pomeriggio del 12 NOVEMBRE a partire dalle 14,30.

L'attuale edizione vede come Autore dell'incipit MARCO BALZANO, vincitore 2015 del premio Campiello, del premio Volponi e del Premio Fenice - Europa con il romanzo "L'ultimo arrivato" e finalista al Premio Strega 2018 con il romanzo pubblicato per Einaudi "Resto qui".

La prova si effettuerà contemporaneamente LUNEDI' 12 NOVEMBRE 2018 nelle stesse ore, presso tutte le scuole partecipanti. Il tempo a disposizione è di 4 ore dal termine della distribuzione del materiale.

L'INCIPIT VERRA' PUBBLICATO SUL SITO DLE LICEO - AL LINK "NEWS" LA MATTINA DEL 12 NOVEMBRE ALLE ORE 11,00. LE SCUOLE ISCRITTE, DOPO AVER STAMPATO L'INCIPIT CON UNA PASSWORD LORO COMUNICATA PRECEDENTEMENTE, LO DUPLICHERANNO NELLE COPIE NECESSARIE E LE CONSEGNERANNO AI LORO ISCRITTI NEL POMERIGGIO DELLA PROVA.

Il racconto dovrà essere scritto su fogli protocollo oppure - la prova può essere scritta con il pc - in questo caso dovrà essere stampata su carta bianca.

Ogni alunno sceglierà per sé uno pseudonimo accompagnato da un numero di 4 cifre, che dovrà essere riportato sulla busta grande, sulla piccola, sul foglietto interno e sul foglio protocollo - o foglio stampato da PC - contenente l'elaborato.

Al termine i fogli saranno chiusi in una busta bianca formato A4, al cui interno dovrà trovarsi una busta piccola, che conserverà chiusi all'interno i dati anagrafici (nome, cognome, classe, sezione, scuola, città più lo pseudonimo(  (es.: ANNA ROSSI CLASSE 4C SCIENTIFICO LICEO BRUNO ALBENGA, ARLECCHINO 1234).

I racconti, quindi, non dovranno riportare né nome, né cognome, né classe, né scuola, né altro segno di riconoscimento, ad eccezione dello pseudonimo pena l'esclusione dal concorso.

Alla fine della stesura, nella busta gande, gli allievi inseriranno il racconto allegandovi la busta piccola chiusa con dentro il foglietto, dove avranno precedentemente indicato i loro dati.

Il racconto scritto dall'alunno non dovrà superare la lunghezza di 2 fogli protocollo - o di tre fogli dattiloscritti.

Al termine della prova i docenti raccoglieranno i racconti e li chiuderanno in un plico, che dovrà essere inviato alla nostra scuola tramite posta prioritaria entro e non oltre il mattino seguente; farà fede la data del timbro postale.

Marco BALZANO premierà i 20 finalisti in una cerimonia che avverrà ad Albenga, SABATO 13 APRILE 2019 alla presenza di tutti gli studenti finalisti, dei docenti e delle autorità locali.

OSPITALITA' OFFERTA AI FINALISTI:

- 1 SOLO DOCENTE ACCOMPAGNATORE PER CIASCUN ISTITUTO FINALISTA: PRESSO STRUTTURE ALBERGHIERE

- GLI ALUNNI FINALISTI: PRESSO FAMIGLIE DI STUDENTI DEL NOSTRO LICEO.

Sono a carico dei partecipanti le spese di viaggio

Agli studenti e ai docenti finalisti, tramite la scuola di provenienza, saranno date, in tempo utile, tutte le informazioni relative alla loro permanenza.

E' PREVISTO UN CONTRIBUTO DI 3 EURO PER OGNI STUDENTE ISCRITTO AL CONCORSO. LE SCUOLE DOVRANNO SPEDIRE, UNITAMENTE ALLA LETTERA DI TRASMISSIONE E ISCRIZIONE, COPIA DELL'AVVENUTO PAGAMENTO (CORRISPONDENTE A 3 EURO PER OGNI ALUNNO SUL CONTO CORRENTE BANCARIO:

IBAN:  IT98G0853049250000370800001   BANCA D'ALBA

RIEPILOGO MATERIALE NECESSARIO PER OGNI ALUNNO:

- 1 BUSTA BIANCA /GIALLA FORMATO MEZZO PROTOCOLLO

- 1 BUSTA PICCOLA + 1 FOGLIETTO

- L'ELABORATO SCRITTO SU FOGLI PROTOCOLLO O STAMPATO DA PC SU CARTA BIANCA.

 
CLASSIFICA FINALE 21 EDIZIONE C'ERA UNA SVOLTA PDF Stampa E-mail
Scritto da Elisabetta   
Venerdì 17 Agosto 2018 09:40

1^ CLASSIFICATA:     GIAMBRONE        ALICE               LICEO GALILEI ALESSANDRIA

2^ CLASSIFICATA:     SICOLO              SARA                LICEO SYLOS BITONTO

3^ CLASSIFICATA:     FINCATO            LETIZIA            LICEO C.ALBERTO NOVARA

4^ CLASSIFICATA:     TAVELLA            CLAUDIA      LICEO RAMADU' CISTERNA DI LATINA

5^ CLASSIFICATA:     ZANIN               ALICE                LICEO ALIGHIERI GORIZIA

6^ CLASSIFICATA:     PISCICELLI        MARTINA           LICEO ALIGHIERI GORIZIA

7^ CLASSIFICATA:     PIGNARIS         MARTA                LICEO CAVALIERI VERBANIA

8^ CLASSIFICATO:      MORELLI          FABIO               LICEO CAVALIERI VERBANIA

9^ CLASSIFICATA:      MISURI            ILARIA               LICEO REDI AREZZO

10^ CLASSIFICATA:     SULMONA       CAMILLA             LICEO ROMITA CAMPOBASSO

11^ CLASSIFICATA:     BONABELLO    SILVIA               LICEO GALILEI ALESSANDRIA

12^ CLASSIFICATA:     BERSANI          ELENA               LICEO RESPIGHI PIACENZA

13^ CLASSIFICATA:      GRANERO        GIADA             LICEO CHIABRERA SAVONA

14^ CLASSIFICATA:     FINOCCHIARO   MARTA             LICEO SPEDALIERI  CATANIA

15^ CLASSIFICATA:      BRIVIO           ROMINA           LICEO AGNESI MERATA

16^ CLASSIFICATA:      DE CARLO       SILVIA             LICEO MARONE GIOIA DEL COLLE

17^ CLASSIFICATA:      BARBAGLI      AURORA             LICEO REDI AREZZO

18^ CLASSIFICATA:      CECCI             GIADA              LICEO DA VINCI UMBERTIDE

19^ CLASSIFICATA:      GIACOMIN       LIVIA              LICEO VOLTERRA CIAMPINO

20^ CLASSIFICATA:      GATTI           FRANCESCA         LICEO RESPIGHI PIACENZA

Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Agosto 2018 09:41
 
PROGRAMMA DI MASSIMA PREMIAZIONE C'ERA UNA SVOLTA 2018 PDF Stampa E-mail
Scritto da Elisabetta   
Mercoledì 28 Marzo 2018 09:36

VENERDI' 13 APRILE 2018

DALLE 17,00: Accoglienza dei partecipanti presso la stazione ferroviaria di ALBENGA (secondo l'orario di arrivo..) accompagnamento dei docenti/accompagnatori in hotel e affidamento dei ragazzi finalisti alle famiglie ospitanti.

ORE 21,00: Serata culturale presso la sala S. Carlo di Palazzo Oddo ed incontro della città con la scrittrice Donatella Di Pietrantonio (APERTO A TUTTI)

 

SABATO 14 APRILE 2018

ORE 9,30: Accoglienza di studenti, docenti e genitori presso il Municipio di Albenga, PIAZZA SAN MICHELE. Accoglienza del Sindaco e breve giro guidato del centro storico. Visita al museo dell'olio Sommariva.

ORE 10,30: INCONTRO CON LA SCRITTRICE DONATELLA DI PIETRANTONIO e PREMIAZIONE DEI FINALISTI presso la Sala S. Carlo di Palazzo Oddo

ORE 12,30: BUFFET PRESSO PALAZZO SCOTTO NICCOLARI

 

ORE 17,30: Affidamento alle famiglie per la cena e il pernottamento per coloro che si fermano 2 notti.

DOMENICA 15 APRILE 2018

Ultime partenze in mattinata

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 9